fbpx
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Quali sono i social più adatti alla tua attività?

La diffusione delle notizie viaggia alla velocità di Internet che, ormai da oltre un ventennio, ha annullato ogni barriera di spazio e tempo, permettendo di privilegiare la tempestività ed il raggiungimento di luoghi dalle parti opposte del mondo, in un solo click.

In questo contesto del World Wide Web si inseriscono i Social Network che sono determinati nella gestione di qualunque attività. Ormai, il mondo di internet fa parte della quotidianità di ognuno di noi, di una realtà che è stata profondamente modellata sulle esigenze dell’industria e della società – e conseguentemente della comunicazione – 4.0.

E proprio in questa dimensione aziende grandi e piccole ed anche utenti semplici, per la stragrande maggioranza, sono presenti sui social network ed è a queste piattaforme che affidano parte del loro successo.

Ma come scegliere i social network che meglio rispondono alle esigenze di una determinata società? O come approcciarsi dal punto di vista comunicativo e del marketing agli utenti delle community? Chiaramente, ogni piattaforma ha determinate potenzialità che – se sfruttate – possono privilegiare un aspetto piuttosto che un altro, un target piuttosto che un altro.

Per fare questo, però, sarà necessario studiare a fondo le loro caratteristiche e cercare di creare contenuti che, per ogni Social sul quale saranno pubblicati, vengano valorizzati al meglio e veicolino il messaggio facendolo pervenire ai destinatari in modo che sia compreso e che assuma per loro lo stesso significato che ha voluto dare l’azienda.

Ormai è ovvio che l’assenza di una azienda sui social si traduce, nella pratica, nell’assenza della stessa sul mercato tradizionale. È dura da accettare ma è proprio così! Quindi, il primo passo da compiere per tendere al raggiungimento di obiettivi di successo consiste nell’individuazione del social network più adatto per applicare le strategie dell’azienda.

E se stai leggendo questo articolo, sicuramente avrai esigenza di conoscere a fondo il mondo social e vuoi che la presenza online della tua azienda sia capillare ed adeguata al tuo target di riferimento. E noi siamo pronti a fornirti tutti i suggerimenti ed i preziosi consigli per aiutarti a migliorare il tuo business e la tua brand awareness.

Aziende 4.0: come scegliere il social più adatto alla tua attività?

Sui social network il segreto è quello di non lasciare nulla al caso. Tutte le operazioni devono essere studiate e mirate, volte al raggiungimento di obiettivi che ci si è prefissati. Quindi, come dovrai fare per centrare il bersaglio?

Analisi clienti

Il primo step riguarda l’utenza a cui ti proponi di arrivare, ovvero chi sono i destinatari dei tuoi messaggi, servizi e prodotti. Quindi, dovrai stabilire le caratteristiche del tuo pubblico: se si tratta di donne o uomini, la fascia di età, gli interessi e le passioni e così via. A tal fine, ti sarà utilissima la realizzazione dei buyer personas che ti permetteranno di simulare i tuoi clienti.

Analisi prodotto/servizio

Sai già quello che vuoi proporre alla tua clientela ma è il modo di comunicarlo che fa la differenza ed ecco che si comprende come questi primi due passaggi sono senza dubbio propedeutici al terzo che riguarda più da vicino la scelta del social network ideale per la tua attività.

Obiettivi

A cosa vuoi arrivare? Vuoi diffondere il tuo marchio e puntare sulla brand awareness, vuoi aumentare il numero dei lead? Vuoi incrementare le vendite di un nuovo prodotto? Stabilito questo, sarai già un passo avanti e la tua attività comincerà a decollare.

Analisi competitor 

Quando avrai identificato il tuo pubblico, il messaggio che vuoi lanciare e l’obiettivo che vorrai raggiungere, resta da fare una cosa importantissima: dovrai verificare se c’è e come agisce chi vuole raggiungere il tuo stesso scopo. L’analisi dei competitor è fondamentale perché ti permetterà di assorbire le cose positive della concorrenza e valutare quelle negative per escluderle dalla tua attività.

Ti sembra facile, vero? Eppure, non lo è! Gestire la parte online della propria attività non è uno scherzo ma, anzi, è un lavoro impegnativo che richiede competenze ed una certa programmazione. Molto dipenderà anche dal budget a tua disposizione: chiaramente maggiore sarà, migliore sarà l’esperienza della presenza sui social.

Ed arrivati a questo punto, scopriamo insieme le caratteristiche principali dei vari social, analizziamole e valutiamole, per giungere poi ad una conclusione determinate, ovvero quale sia il migliore social per l’attività.

Facebook: il social network per eccellenza

È la piattaforma che rivendica la paternità sui social network ed è quella più conosciuta al mondo.

Basta digitare www.facebook.com per entrare in un meraviglioso mondo blu e bianco: il fatto che abbiamo sottolineato i colori di questo social network non è casuale ma, nelle teorie cromatiche, queste sfumature sono sinonimo assoluto di credibilità, autorevolezza, affidabilità e professionalità.

Anche da questa presentazione si comprende come Facebook sia una piattaforma ideale anche per le aziende e, soprattutto, per quelle che devono ancora farsi conoscere.

I vantaggi offerti da questa piattaforma sono davvero tantissimi: basti pensare al fatto che offre una visibilità enorme e che i contenuti pubblicati possono attivare ad un numero di utenti potenzialmente illimitato. Non solo, è un social ideale per le aziende anche perché vi è la possibilità di fare pubblicità mediante le cosiddette “sponsorizzazioni” tramite Facebook Ads.

L’unica accortezza da avere è quella di creare una pagina che nulla ha a che vedere con un account personale.

Superato lo step di creazione di una tua pagina, chiaramente questa andrà considerata come un “contenitore” da riempire con contenuti di ogni tipo che siano in linea con quella che è la filosofia aziendale.

Tra questi post, foto o video, dovrai selezionare quelli maggiormente coinvolgenti e farli girare tra gli utenti anche tramite le sponsorizzate a pagamento.

Instagram: il potere delle immagini

Nell’era del Visual, non avremmo potuto fare a meno di Instagram, il social fotografico che, soprattutto negli ultimi anni, ha avuto un successo strepitoso.

L’incremento esponenziale degli utenti di questo social network non è casuale ma si può spiegare partendo dall’enorme potere comunicativo che hanno le immagini che, spesso, non hanno bisogno di ulteriori contenuti.

E la mancanza di tempo, gli orari di lavoro, la frenesia impongono la necessità di una comunicazione rapida, pratica che in una fotografia riesca a veicolare il messaggio.

A differenza di Facebook che conta utenti diverse fasce d’età, l’età media del pubblico di Instagram è molto più bassa ed il social spopola soprattutto tra i teenager.

Ciò non toglie che, anche qui, la tua attività dovrà essere presente ma gli investimenti importanti dovranno essere fatti da chi si occupa di bellezze, viaggi, arredamenti, sport, moda, fashion e food. Su Instagram, quindi, è chiaro che non sarebbe opportuno investire se, ad esempio, bisognerà pubblicizzare delle pasticche per dentiere, per intenderci.

Come in ogni cosa, anche su Instagram vince la qualità e foto e video dovranno essere ottimizzati per il social. Ciò significa che migliori saranno le immagini, maggiore sarà il tuo numero di follower, maggiore il numero lead e Prospect e, di conseguenza, sarà maggiore anche il numero delle conversioni.

LinkedIn: il punto di incontro tra aziende e lavoratori

È il social network dedicato al lavoro, capace di mettere in contatto su larga scala chi cerca lavoro con chi lo offre.

A meno che tu non stia cercando risorse specifiche da inserire nel tuo organico, se hai un’attività ti consigliamo di potenziare la presenza su altri social, essendo LinkedIn votato principalmente alla sua vocazione professionale. E certo è che su questo social la tua azienda, i prodotti i i servizi che proponi, arriverebbero solamente agli “addetti ai lavori”, perché sarà ben identificabile ciò che fai e se vuoi essere su LinkedIn sarà necessario procedere all’arricchimento del profilo con tutte le informazioni necessarie.

Il consiglio è quello di fare comunque un profilo aziendale, dal quale pubblicare articoli e contenuti relativi alla tua attività.

Ricorda sempre che LinkedIn ha un’utenza che copre principalmente la fascia d’età medio alta, nella quale rientrano i lavoratori.

Youtube: il re dei video

Trionfo assoluto del Visual, YouTube è indispensabile per qualsiasi azienda. I suoi contenuti video sono esplicativi e chiari e questo social network ha davvero vissuto il Boom dei Tutorial.

Nell’ambito dei social, YouTube conquista la medaglia d’argento e si posiziona al secondo post nella classifica del social più utilizzato.

Utile per gli spot pubblicitari o la dimostrazione dei prodotti, YouTube è il social che forse attira il pubblico più vario per genere, età, interessi e così via.

Analizzate le varie piattaforme ti starai chiedendo allora quale dovrai utilizzare e la risposta è “tutte”! Eh già, il consiglio principale è che la tua attività sia presente su tutti i social in forma diversa per arrivare alla stragrande maggioranza degli utenti.

A meno che il tuo prodotto non restringa in modo netto il campo dei destinatari, la strategia ideale è quella di collegare tra loro i vari profili per avere una copertura capillare e più ampia. Naturalmente, potrai sponsorizzare i contenuti sulle piattaforme che rispondono maggiormente alle esistenze della tua attività.

Un altro suggerimento è quello di affidarti ad un Social Media Manager che farà un lavoro certosino dando vita ad una comunicazione mirata.

Leggi anche