fbpx
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Modelli di E-Business che funzionano? Ecco quali sono!

Creare un E-Business, molto spesso, potrebbe sembrare un’impresa molto complessa da portare a termine, specialmente se non si sfrutta un modello che possa essere definito perfetto e privo di ogni difetto. Ma quali sono i modelli di E-Business che funzionano realmente?

Vediamo 4 diversi modelli di E-Business che possono essere considerati vincenti, di grande valore aggiunto e privi di aspetti poco curati.


Il modello consumatore a consumatore (C2C)

Il modello maggiormente comune e diffuso di E-Business prende il nome di C2C, ovvero consumer to consumer.

In questo caso, si tratta di clienti che decidono di effettuare la vendita dei propri oggetti usati in condizioni perfette direttamente ad altri clienti, trasformando questo tipo di procedura in un’operazione molto semplice da svolgere.

Bisogna sottolineare come questo business permette di guadagnare in base alle percentuali di commissione che vengono effettuate sulla vendita.

Per esempio, una vendita potrebbe essere di 100 euro, di cui il 10% sarà di commissioni: il prezzo dell’articolo è quindi di 90 euro, ma il cliente che conclude l’ordine dovrà sostenere un costo pari a 100 euro, visto che andrà a pagare anche la commissione per aver sfruttato il sito web per effettuare la compera.


Il modello di E-Business Dropshipping

Questo modello di E-Business viene utilizzato con grande frequenza da parte di coloro che vogliono esportare i prodotti dalla Cina, giusto per citare un classico esempio molto frequente online.

Occorre sottolineare come, in questo caso, il gestore del portale assuma il ruolo di intermediario tra l’azienda che produce e fornisce i prodotti e il cliente finale, ovvero colui che deve effettuare l’acquisto stesso.

Per esempio, supponiamo che un cliente sia alla ricerca di una scheda di memoria oppure un altro prodotto tecnologico proveniente dalla Cina.

Rivolgendosi all’impresa che sfrutta il modello di dropshipping, il titolare di questo genere di portale non farà altro che ordinare, per conto del cliente, quel determinato prodotto, usufruendo della somma di denaro che viene pagata dallo stesso cliente.

I guadagni saranno, anche in questo caso, conseguiti in base alla percentuale che si vuole guadagnare su ogni vendita.

Per esempio, su una fornitura di 100 euro, il titolare del portale potrebbe aggiungere un costo extra di 10 euro, che rappresenta appunto il guadagno che andrà a ottenere nel momento in cui la vendita viene portata a termine.

Pertanto, ricoprire il ruolo di intermediario rappresenta il fulcro di questo tipo di E-Business che online sta riscuotendo un grande successo.

Business to Consumer

Questo è sicuramente il modello maggiormente diffuso di E-business visto che tende a essere anche quello maggiormente semplice da applicare.

In questo modello di business reperiamo un’azienda che produce o comunque vende prodotti, i quali vengono proposti direttamente ai clienti.

Nella maggior parte dei casi si tratta di un’azienda che decide di aprire il suo portale, ma esistono anche siti web con tale modello che non producono dei prodotti ma che si occupano di acquistarli e rivenderli.

I prezzi imposti tendono a essere meno elevati rispetto a quelli che si andrebbero a pagare, facendo affidamento direttamente sul produttore.

Si tratta di un dettaglio fondamentale che non deve essere sottovalutato.

Inoltre, qualora il portale proponga prodotti venduti da terzi venditori, viene applicata una commissione sul prezzo.

Un modello molto conosciuto che sfrutta questo schema è rappresentato da Amazon, che mette a disposizione il suo magazzino per i venditori e che si occupa anche di offrire una svariata gamma di articoli ai propri clienti procedendo con la vendita diretta delle risorse del magazzino.


Consumer to business (C2B)

In questo caso si parla di un portale che permette alle imprese di effettuare una vendita dei propri prodotti e servizi di vario genere.

Questo modello di E-Business permette alle aziende di riuscire a ottenere un grande successo visto che il portale consente l’inserimento dei diversi servizi, e allo stesso tempo, farà in modo che gli stessi clienti riescano a trovare quel tipo di prodotto e soluzione che meglio rispecchia tutte le esigenze.

Un classico tipo di modello di questa categoria è rappresentato dai comparatori di tariffe, che consentono ai clienti di trovare tanti prodotti dello stesso tipo, come assicurazioni e altri di tipo finanziario.

Basta impostare dei criteri che permettono di avviare una ricerca ad hoc impostando le diverse informazioni che possono essere facilmente impostate nel motore interno del sito.

In questo caso, il gestore e creatore del portale otterrà un compenso per ogni tipo di vendita conclusa tramite il sito web, dettaglio molto importante che non deve mai essere sottovalutato.

Questi sono i 4 tipi di modelli di E-Business che possono essere sfruttati una volta che si decide di operare online: in base al tipo di servizio offerto, sarà possibile optare per la scelta migliore in assoluto.

Vuoi ricevere maggiori informazioni o richiedere un Preventivo personalizzato? Noi di Ti Portiamo Clienti ti offriamo una Consulenza olistica in grado di soddisfare ogni tua esigenza.

Contattaci! Ti aspettiamo!

Leggi anche