fbpx
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

SEO o pubblicità a pagamento? Vediamo il confronto

Il grande dilemma in una strategia di lead marketing riguarda l'impiego della SEO o della pubblicità a pagamento per creare una lead generation mediante un vero e proprio piano strategico di lead marketing. La risposta ideale alla fatidica domanda relativa al cosa è meglio tra le due possibilità è molto semplice: entrambe.La strategia di lead generation ottimale prevede un impiego del marketing affinchè sia possibile utilizzare la SEO e la pubblicità a pagamento. Vediamo però i pro e i contro dell'una e dell'altra, cercando poi di comprendere come l'interazione di entrambe possa davvero darvi risultati eccellenti sotto diversi aspetti, tra cui quello di generare lead.

SEM (Search Engine Marketing) = SEO + SEA

La perfetta operazione che offre la migliore risposta al quesito posto nel titolo di questo articolo è l’equazione che vede la SEO e la SEA come addendi per fornire la SEM (pubblicità online B2B o B2C).

SEO: è una strategia di marketing finalizzata a migliorare il posizionamento delle pagine web all’interno delle pagine dei risultati dei motori di ricerca, in modo organico e naturale, senza alcun esborso. E’ quindi una strategia la cui applicazione è gratuita.

SEA: tratta strategie di adversiting, ovvero vere e proprie campagne promozionali a pagamento (ad esempio Google AdWords o pay per click), il cui compito è sempre il miglioramento del ranking del sito o delle pagine web in questione. con lo scopo di genearare lead e incrementare il tasso di conversione.

SEM: per fare lead marketing e attuare una strategia di lead generation, ossia per cercare di stilare una lista di clienti interessati ad un prodotto o servizio offerto (ad esempio al contenuto di una pagine), è necessario attuare un percorso strategico che possa prevedere la SEM, intesa come l’insieme della SEO e della SEA.

I vantaggi della SEO

Sono diversi i vantaggi che possono scaturire dall’applicazione dell’ottica SEO nella struttura di un sito e nella redazione dei contenuti.

Gratis: basta applicare delle regole nella redazione dei testi e nella costruzione del sito internet per poter permettere agli spider dei motori di ricerca di leggere, comprendere e interpretare al meglio l’argomento trattato e i contenuti del sito.

Traffico in sviluppo: con la strategia SEO potrete ottenere costantemente del traffico presso il vostro sito web. Se lo scopo è quello di creare una strategia di lead marketing, cercando di trasformare un normale utente in lead, la SEO risulta sempre un metodo in grado di generare traffico nel tempo, a dispetto di una strategia a pagamento, la quale porta ad un calo di risultati nel momento in cui gli investimenti vengono diminuiti.

Gli svantaggi della SEO

Premettendo che se la strategia seo è ben orchestrata il lavoro svolto è già ottimale e interessa almeno il 70% della strategia, è pur vero che potrebbe manifestarsi lo scenario in cui un vostro concorrente operi meglio con le vostre stesse parole chiave e quindi voi perderete posizioni. In questo caso potreste decidere di riformulare il contenuto, oppure di passare ad una campagna SEA.

NB: nella SEO prima di vedere i risultati possono passare diversi mesi.

La SEO: come applicarla

La SEO si applica in modo semplice, attraverso una struttura del sito chiara, in grado di favorire la leggibilità e l’individuazione dei contenuti, i quali devono essere di qualità. Scrivere in ottica SEO significa comporre un testo basato su parole chiave che identificano l’argomento trattato, ovvero che rispecchino in tutto e per tutto ciò che gli utenti ricercano in internet. L’individuazione delle keyword risulta determinante per migliorare il posizionamento e soprattutto per aumentare le probabilità di conversione dei lead. Il testo deve essere leggibile, con un titolo esplicativo e fortemente accattivante, una meta description chiara e contenente almeno una parola chiave, una formattazione e una paragrafazione del testo logiche e razionali, un contenuto che contempli la presenza di link.

Paradossalmente è più difficile perseguire una strategia SEO che una a pagamento: la prima è gratuita ma richiede una serie di operazioni e scelte, la seconda è a pagamento e l’unica incombenza è la regolazione della posizione economica col motore di ricerca.

I vantaggi delle pubblicità a pagamento

La pubblicità a pagamento, ossia la SEA, si caratterizza per ulteriori benefici.

Risultati immediati: con una strategia di inserzioni a pagamento è possibile vedere i risultati nel giro di pochissimo tempo. Se il processo di trasformazione da utente a lead appare lento, è possibile cercare di accelerare il processo attraverso un incremento della SEA, ovvero aumentando gli investimenti in pubblicità a pagamento. Si ottiene quindi un traffico immediato e aumentano le possibilità di generare lead.

Localizzazione geografica: è possibile, dietro pagamento, ottenere delle inserzioni in base alla zona di interesse per il vostro business. Questo significa che l’azione commerciale prevista dalla strategia di lead generation è ancora più penetrante e puntuale. Ciò significa avere la possibilità di convertire in lead un target di pubblico specifico, circoscritto in una determinata zona geografica, che può essere una città o un’intera nazione.

Pubblicità mirata a tempo: anche in termini di orario è possibile influenzare l’uscita delle inserzioni pubblicitarie. Se avete un ristorante, ha più senso che esca l’inserzione nelle pagine del motore di ricerca alle ore 10.30 piuttosto che alle 3 di notte. Un vantaggio ulteriore delle promo a pagamento è proprio derivante dalla possibilità di promuovere la vostra attività nelle fasce orarie per voi migliori. In teoria sono quelle in cui la conversione in lead degli utenti potrebbe essere più favorevole, perseguendo quindi l’obiettivo di lead generation.

Promozione della pagina: se non c’è ottica SEO, una pagina molto difficilmente raggiungerà grandi risultati e ancor più difficilmente si posizionerà nelle prime posizioni delle pagine SERP dei risultati degli Search Engine. Con la SEA si sopperisce al problema, spingendo in alto una pagina che è anche priva di una struttura SEO, donandole comunque visibilità. Una pagina che si presenta scarna di contenuti, ma aggressiva in termini di frasi e claim, può trovare spazio grazie al pay per click o ad altre campagne mirate, magari finalizzate a promuovere una landing page per incrementare il tasso di conversione.

Gli svantaggi della pubblicità a pagamento

Le campagna di adversiting non hanno solo vantaggi, ma palesano anche svantaggi. Il primo tra tutti riguarda il fatto che nel momento in cui viene diminuito l’investimento calano anche i contatti e quindi creare lead risulta più difficile perchè con tutta probabilità cala anche il tasso di conversione da utente a lead. Il traffico avrà presumibilmente grande riscontro solo quando mettete denaro su un annuncio o su una inserzione.

Le pubblicità a pagamento: come farla.

Sono diversi i canali sui quali operare per poter migliorare il tasso di conversione e generare lead.
Se con la SEO si agisce prevalentemente sui contenuti, con la SEA si opera prevalentemente in maniera diretta sul motore di ricerca con strumenti più immediati ed efficaci nel breve, come ad esempio Google AdWords, Facebook ADS, pay per click, che si mescolano ad altre strategie, quali email marketing, content marketing e SEO.

Se il vostro sito è ben indicizzato e mostra una base solida sotto l’aspetto SEO, la pubblicità a pagamento avrà maggiore efficacia e si caratterizzerà per mostrarsi più penetrante e decisiva nel processo di conversione per generare lead. Paradossalmente, se così non fosse, la campagna Ads può diventare molto più costosa. Ecco perchè avere delle parole chiave ottimizzate sulla base dell’attività e del business sviluppato, può facilitare e favorire un percorso strategico di lead generation più efficiente e maggiormente economico.

Come scegliere la strategia migliore tra SEO e pubblicità a pagamento

La strategia di lead marketing più vantaggiosa e sicura è quella che porta i migliori risultati nel più breve tempo possibile. Questo è ciò che molti credono, ma la realtà potrebbe anche essere diversa. La strategia di lead marketing più redditizia è quella che porta i risultati in maniera più duratura e costante nel tempo. Questo è invece un’altra chiave di lettura.
Entrambe le visioni sono corrette, a patto che si abbia ben chiaro l’obiettivo. Ecco perchè la miglior risposta prevede l’interazione tra una strategia SEO e una con pubblicità a pagamento.

La SEA è importante per farvi conoscere nell’immediato, spingere le pagine del vostro sito verso l’alto, migliorando il ranking del posizionamento e cercando un numero maggiore di conversioni lead, mentre con la SEO è possibile ottenere una miglior progressione nel tempo, in maniera naturale e organica.

E’ logico che le inserzioni a pagamento generano un traffico maggiore nell’immediato, mentre la SEO rimanda a risultati più diradati nel tempo, nel senso che richiede un intervallo più lungo per poter vedere esiti positivi. Se si desidera un controllo sul target di pubblico, la promozione a pagamento è certamente più indicata, mentre con la SEO tutto risulterebbe più difficile e meno costante, poichè i motori di ricerca aggiornano spesso i loro sistemi di ricerca, tendendo a premiare contenuti nuovi che quindi necessitano di aggiornamento (cosa che con la SEO può divenire complicato).

Ciò che però risulta essere certezza è che per essere competitivi avete bisogno di utilizzare più canali di marketing. L’ideale, anche nel lead marketing e nella lead generation, è l’impiego di una politica di marketing mix capace di implementare più aspetti, poichè solo così è possibile ottenere una maggiore redditività.

Leggi anche